16 Luglio 2017

Al via Alzheimer Fest, la prima festa dedicata ai pazienti di Alzheimer e alle loro famiglie

Al via Alzheimer Fest, la prima festa dedicata ai pazienti di Alzheimer e alle loro famiglie

Ospiti d'onore, musicisti, amici, artisti, curiosi, medici e pazienti: un parterre di eccezione si è ritrovato venerdì 14 luglio a Milano presso l’Istituto dei Ciechi per la presentazione della prima edizione dell’Alzheimer Fest, la prima “festa nazionale” dedicata all’Alzheimer: una tre giorni ricca di incontri, che si svolgerà a Gavirate dall’1 al 3 di settembre.

Il piccolo centro sul lago di Varese ospiterà infatti la prima tappa di quello che sarà un tour itinerante che attraverserà l’Italia, un vero e proprio “Alzheimer Pride” aperto a tutti, dove chiunque può sentirsi protagonista.

OSPITI, EVENTI E INIZIATIVE: UN EVENTO “FUORI DAGLI SCHEMI”

Un evento unico, che ha già raccolto molte adesioni eccellenti, a cominciare dagli artisti Clet Abraham e Maurizio Cattelan, che hanno disegnato logo e grafiche dell’Alzheimer Fest, fino agli ospiti speciali che arriveranno a Gavirate, tra cui Paolo Hendel, la Banda Osiris, Rosita Missoni, il chitarrista Franco Cerri, gli chef Luciano Tona e Cristina Giacomelli, e molti altri ancora. Special guest la signora Mariuccia, protagonista del cortometraggio “Il Sogno di Mariuccia”, presentato al pubblico dell’Istituto dei Ciechi, vero e proprio manifesto dell’Alzheimer Fest.

Ma anche una manifestazione a sfondo scientifico: il programma dell’Alzheimer Fest, promosso dal Corriere della Sera nasce con la partnership scientifica dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP), e con l’organizzazione di PLS Educational, che ha fortemente creduto in questo progetto.

Il tutto, nella cornice di una vera festa popolare, all’insegna del relax e del buon umore. Tanti gli eventi in programma: concerti musicali, laboratori creativi, giochi, incontri teatrali, pet activity, mostre di fotografia, eventi culinari, body painting, ballo, rassegne di film e cortometraggi, camminate, yoga, gite in barca, percorsi sensoriali e molto altro ancora, sempre nello spirito libero e “fuori dagli schemi” che caratterizza la manifestazione.

Come spiega Michele Farina, giornalista del Corriere della Sera e promotore dell’iniziativa: «L’Alzheimer Fest non è un momento di svago, una distrazione dai dolori e dai problemi, un’indelicatezza verso chi soffre. È un’occasione molto gioiosa, e dunque molto seria, per testimoniare che le persone con l’Alzheimer continuano a essere persone, con i loro diritti e le loro passioni. È l’orgoglio di esserci. É un modo per dire che il tempo della demenza può essere una stagione di vita. L’Alzheimer Fest ha un’energia contagiosa: è una denuncia verso istituzioni che fanno finta di non vedere, un abbraccio verso chi crede che non ci sia più niente da fare, da festeggiare».

ALZHEIMER: UNA SFIDA ANCORA TUTTA DA VINCERE

Perché c’è ancora molto da fare, come ricorda Marco Trabucchi, Presidente di AIP, Società Scientifica che da tempo collabora con PLS Educational: «La demenza è una malattia che colpisce più di un milione di cittadini italiani. Tra questi circa 600mila sono affetti dalla malattia di Alzheimer. Considerando che attorno ad ogni malato si avvicendano almeno 2-3 caregiver, si può affermare che le malattie dementigene interessano circa 3 milioni di nostri concittadini. Uno dei problemi principali è il fatto che non tutti gli ammalati sono raggiunti da un adeguato livello di assistenza e, in particolare, non tutti vengono diagnosticati. Si calcola che in Italia 20% degli ammalati non sia entrato nei circuiti assistenziali. In questo scenario di difficoltà riguardante la vita degli ammalati e la loro possibilità di ricevere cure adeguate si pone l'Alzheimer Fest, luogo dove non vi saranno separatezze tra sani e malati e dove le competenze e le professionalità più diverse (dal musicista al teatrante al poeta al medico...) saranno al servizio di chi ha bisogno, superando qualsiasi stigma o difficoltà di comunicazione».

CLICCA QUI PER VISITARE IL SITO UFFICIALE DELL'EVENTO